Sospensione sfratti 2014 - Decreto "Milleproroghe"

Il decreto legge 30 dicembre 2013, n. 150, c.d. Milleproroghe, ha previsto all'art. 4 comma 8 la proroga della sospensione delle procedure di esecuzione di sfratto per finita locazione ad uso abitativo fino al 30 giugno 2014:

"8. E' prorogato al 30 giugno 2014 il termine previsto dall'articolo 1, comma 1, del decreto-legge 20 ottobre 2008, n. 158, convertito, con modificazioni, dalla legge 18 dicembre 2008, n. 199".

Tale disposizione richiama il seguente articolo 1 comma 1 del decreto legge 20 ottobre 2008 n. 158, come modificato dalla legge 18 dicembre 2008, n 199:

"1. Al fine di ridurre il disagio abitativo e di favorire il passaggio da casa a casa per le particolari categorie sociali individuate dall'articolo 1, comma 1, della legge 8 febbraio 2007, n. 9, in attesa della realizzazione delle misure e degli interventi previsti dal Piano nazionale di edilizia abitativa di cui all'articolo 11 del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, l'esecuzione dei provvedimenti di rilascio per finita locazione degli immobili adibiti ad uso abitativo, già sospesa fino al 15 ottobre 2008 ai sensi dell'articolo 22-ter del decreto-legge 31 dicembre 2007, n. 248, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 febbraio 2008, n. 31, e' ulteriormente differita al 31 dicembre 2012, nei comuni di cui all'articolo 1, comma 1, della legge 8 febbraio 2007, n. 9". 


Tale richiamo, pertanto, sancisce la suddetta proroga per le sole categorie di soggetti individuate dalla legge 8 febbraio 2007 n. 9, art. 1 comma 1:

"1. Al fine di contenere il disagio abitativo e di favorire il passaggio da casa a casa per particolari categorie sociali, soggette a procedure esecutive di rilascio per finita locazione degli immobili adibiti ad uso di abitazioni e residenti nei comuni capoluoghi di provincia, nei comuni con essi confinanti con popolazione superiore a 10.000 abitanti e nei comuni ad alta tensione abitativa di cui alla delibera CIPE n. 87103 del 13 novembre 2003, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 40 del 18 febbraio 2004, sono sospese, a decorrere dalla data di entrata in vigore della presente legge per un periodo di otto mesi, le esecuzioni dei provvedimenti di rilascio per finita locazione degli immobili adibiti ad uso di abitazioni, nei confronti di conduttori con reddito annuo lordo complessivo familiare inferiore a 27.000 euro, che siano o abbiano nel proprio nucleo familiare persone ultrasessantacinquenni, malati terminali o portatori di handicap con invalidità superiore al 66 per cento, purché non siano in possesso di altra abitazione adeguata al nucleo familiare nella regione di residenza. La sospensione si applica, alle stesse condizioni, anche ai conduttori che abbiano, nel proprio nucleo familiare, figli fiscalmente a carico".


La sospensione, pertanto, non opera per le procedure di sfratto per morosità, come, invece, sembrava potersi intuire dalle dichiarazioni rilasciate da alcuni esponenti del Governo in un primo momento.

 

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazioneSono invece utilizzati cookie tecnici e di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Per ottenere maggiori informazioni in merito all’utilizzo dei cookie nel sito e scoprire come disabilitarne l’uso è sufficiente leggere l'informativa estesa e seguire le istruzioni in essa contenute.